Colonia marina “E. Dunand”

La Colonia marina “E. Dunand” si trova al confine con il comune di Cogoleto, all’inizio della Passeggiata Europa e del Parco naturale. La Colonia è aperta a tutti i soci di Croce Rossa e dispone di attrezzature specifiche per permettere a portatori di disabilità temporanea o permanente, di accedere al mare arrivando in autonomia alla battigia o di sistemarsi su una sdraio dedicata. Obiettivo primario è dunque, quello di avvicinare le persone con disabilità motorie all’ambiente acqua, superando limiti fisici e psicologici imposti dalla loro condizione.

Difficoltà che possono trovare anche mamme con i loro passeggini o anziani che trovano barriere naturali e/o artificiali tipici dell’accesso all’arenile.

Bianco e rosso sono i colori scelti per le attrezzature: bar, dehor, 40 ombrelloni, 24 cabine, docce e servizi oltre a strutture specifiche per i disabili come 4 cabinoni, 2 docce, 10 lettini rialzati e un percorso tattile per ipovedenti.

La Colonia dispone anche di carozzine job che permettono di entrare facilmente in acqua.

Croce Rossa Italiana

Comitato Locale Varazze

 

 

PROGETTO:

 

Nel territorio ligure, che vive principalmente nel periodo estivo di turismo balneare, viene spontaneo voler realizzare sul territorio spiagge attrezzate con strutture adeguate e personale preparato in grado di avvicinare i soggetti disabili all’ingresso in acqua e permettergli anche di godersi il clima e l’ambiente spiaggia.

Chi si trova in stato di disabilità temporanea o permanente ha la necessità di avere adeguate discese a mare che permettano loro di arrivare alla battigia, potersi sistemare su una sdraio sotto ad un ombrellone, senza impantanarsi con la carrozzina nella sabbia.

La fruibilità è data anche dalla gestione dello spazio delle postazioni sdraio-ombrellone, raggiungibili tramite il passaggio su passerelle, e, posizionati su basi rigide che permettano il passaggio dalla carrozzina alla sdraio e viceversa.

Necessaria è la dotazione di apposite carrozzine, che permettono di entrare facilmente in acqua e di passeggiare sul bagnasciuga.

Indispensabile prevedere alcuni parcheggi riservati in prossimità dell’ingresso

Diversificata può essere la clientela, infatti anche mamme con passeggini o anziani possono avere le stesse difficoltà di un disabile ad affronatre le barriere naturali e/o artificiali che si presentano sull’arenile o negli stabilimenti balneari.

La presenza di personale qualificato per permettere l’utilizzo delle attrezzature, aiutare all’entrata e all’uscita dall’acqua e capace di intervenire in situazioni di soccorso caratterizza ulteriormente il progetto.

Residenti e turisti possono così usufruire di un servizio di qualità che valorizza ulteriormente il territorio offrendo una realtà accogliente, confortevole ed ospitale.

Le possibilità di identificare maggiormente il progetto, che si svilupperà nel tempo, è data dalla promozione sociale, dal feedback della clientela, dal continuo rinnovamento delle attrezzature per poter ampliare il servizio.

 

OBIETTIVI:

 

L’obiettivo principale del progetto è di creare un’attività che accresce e migliora l’offerta del servizio balneare, identificandolo nella sua piena fruibilità per persone con esigenze speciali, come un bell’esempio di civiltà.

Favorire quindi l’accesso alla spiaggia e al mare, a persone diversamente abili, utilizzando metodi e attrezzature messe a disposizione dall’Ente promotore Croce Rossa Italiana Comitato di Varazze, facilita l’accoglienza turistica e offre un servizio per tutti dove l’ambiente mare è l’elemento di aggregazione.

Avvicinare le persone con disabilità all’ambiente acqua è utile in quanto gli consente di superare i limiti fisici e psicologici imposti dalla loro condizione. Questa esperienza diventa così una preziosa occasione per dimostrare le loro capacità, per socializzare, per integrarsi, svagarsi.

 

L’adozione delle seguenti  disposizioni rendono questo progetto realizzabile:

 

  • Attrezzare la spiaggia senza barriere, predisponendo percorsi di accesso, costituiti da passerelle rigide che permettano un facile accesso ai vari servizi offerti dallo stabilimento (bar, cabine, docce, ombrelloni/sdraio…)
  • Dotare qualche postazione ombrellone/sdraio con piazzole rigide, posizionate adiacenti al percorso per l’ingresso in acqua.
  • Dotazione di sedie a ruote speciali, in alluminio, denominate JOB , che permettono di entrare in acqua facilmente appositamente studiate per portatori di handicap.
  • Servizi igienici e docce attrezzate con seggiolino ribaltabile
  • Parcheggi riservati in prossimità dell’ingresso allo stabilimento
  • Presenza di personale qualificato, oltre ai bagnini, per l’accoglienza, l’utilizzo delle attrezzature e l’aiuto in base alle esigenze degli ospiti.

 

 Sviluppo del progetto:

L’avvio dell’attività da parte dell’Ente promotore, vuole essere solo l’inizio per poter ampliare anno per anno il progetto, dandogli una propria identità:

 

  • Acquistare ulteriori attrezzature per ampliare il servizio
  • Cercare collaborazioni sia economiche che di partecipazioni attive con Enti e/o Associazioni
  • Estendere il servizio attrezzandolo per le persone ipovedenti
  • Posizionare una piscina fruibile ai diversamente abili